Tropea, Perla del Tirreno

Tropea è una città con una storia millenaria alle sue spalle. Prospiciente a Portus Ercolis già ricordato da Strabone e Plinio, poco lontana dall'accampamento romano di Capo Vaticano, ricordato da Cicerone. Oggi presenta un centro storico abbastanza conservato, arroccato su di una rupe circolare, che strapiomba su una spiaggia di sabbie bianche e finissime. L'enciclopedia treccani la riporta come “uno dei centri più notevoli della Calabria per l'interesse monumentale ed artistico". Numerose sono le opere d'arte che vi sono conservate. La Pro loco di Tropea organizza visite guidate gratuite alle opere architettoniche ed artistiche della città.

Tropea è un comune di 6.843 abitanti della provincia di Vibo Valentia, tra i più piccoli Comuni d'Italia per superficie territoriale. Nota località balneare sul mar Tirreno a sud-ovest di Vibo Valentia ed a nord di Capo Vaticano, ha un monastero di Francescani di notevole importanza e la Cattedrale Normanna del 1100. Di notevole interesse il centro storico, con i palazzi nobiliari del '700 e del '800 arrocati sulla rupe a strapiombo con la spiaggia sottostante. Interessanti sono i "portali" dei palazzi che rappresentavano le famiglie nobiliari, alcuni sono dotate di grosse cisterne scavate nella roccia, che servivano per accumulare il grano proveniente dal Monte Poro, e successivamente veniva caricato tramite condotte di terracotta sulle navi che erano ormeggiate sotto la rupe di Tropea. Da visitare inoltre il museo privato degli antichi mestieri di Calabria e delle macchine automatiche. I negozi di Tropea vendono tantissimi prodotti tipici e artigianali dei comuni limitrofi, tra cui la cipolla rossa, la nduja di Spilinga, il formaggio Pecorino del Poro, l'olio extravergine d'oliva e vini. Di notevole importanza anche l'artigianato locale, come i manufatti in terracotta. Tropea è dotata di un porto turistico di recente costruzione, da dove è possibile raggiungere le vicine Isole Eolie in particolare il vulcano Stromboli, quasi sempre visibile dalla costa calabrese tirrenica meridionale.

EVENTI A TROPEA

In questa zona della Calabria, ogni paese celebra la festa del proprio Santo patrono o della Madonna Protettrice, evento accompagnato da notevoli spettacoli folkloristici.
In una località nei pressi di Tropea, si festeggiano la festa della Madonna di Romania (8 Settembre) e la Madonna dell’Isola il 15 Agosto.

A Tropea si svolge una suggestiva processione marittima della Madonna detta dell'Isola. I pescatori guidati dal loro decano ascendono alla cattedrale dell'isola lungo una scalinata. E ne discendono portando a spalla la statua della Madonna che viene caricata sulla barca del decano.

La barca con la Madonna viene seguita da un corteo di altre barche e da decine e decine di barche di turisti e procede lungo le coste benedicendo tutte le cinque miglia di costa che va da Tropea a Zambrone.
Altra festa caratteristica è quella delle “Tre Cruci”. Lo spettacolo prevede fuochi di artificio e una rappresentazione che mette in atto tre cavalieri e un cammello che vengono fatti esplodere nel tripudio dei presenti. La festa ricorda un attacco sventato da parte dei Saraceni.

Come evento singolare citiamo la Sagra della Cipolla che si svolge ogni anno il 13 di Agosto a Ricardi, un paese vicino Tropea.
La cipolla di Tropea è famosa nel mondo per le sue qualità. Infatti, già Plinio il Vecchio, grande naturalista romano, ne conosceva le proprietà benefiche adatte a curare vari disturbi della salute.

Senza dubbio i paesaggi più belli di Tropea li troviamo lungo il litorale, caratterizzati da bianche spiagge dalla bellezza incontaminata, in armonia con le ricettive strutture alberghiere. Tre strade e cinque scalinate vi portano, dalla rupe dove si erge Tropea, alle sue splendide spiagge. Da visitare e da godere in tutta la sua meraviglia è la “Costa degli Dei”: circa 40 Km di litorale stupendo e unico in Italia per immergersi nella natura. Spiagge bianchissime, acque cristalline, insenature modellate dai venti e dalle correnti.

A strapiombo sul mare Tirreno, proprio di fronte alle Isole Eolie e lo Stromboli, si erge imponente il promontorio noto col nome di Capo Vaticano che, a partire dall’ Appennino Calabrese, si estende fino al mare separando il Golfo di Santa Eufemia da quello di Gioia Tauro.

tropea-prodotti-tipici.jpg


CUCINA DI TROPEA

I piatti calabresi rispecchiano la terra in cui sono stati creati fatta di mare e di monti.

Nelle ricette calabresi regna il peperoncino, importato nel 1500 in Calabria dal Nuovo Mondo, che vivacizza quasi tutti i piatti a base sia di pesce che di carne.
La cucina calabrese nasce da una lunga tradizione contadina e suoi piatti sono semplici e aromatizzati fatti di sapori forti e genuini che caratterizzano questa regione nota per la produzione di agrumi, olive, ortaggi e vini.

Da assaggiare sono gli appetitosi peperoncini ripieni con sarde e capperi, gli involtini di melanzane e la N'duja, carne di maiale e lardo impastata con una grande quantità di peperoncino piccante, resa spalmabile da gustare con il pane, la carne e le verdure.

Da sorseggiare anche i deliziosi liquori alla Liquerizia, al Bergamotto e al Limone.

Piatto tipico le linguine con il pesce e la mollica abbrustolita. La pasta “erbe di maggio”, gli involtini di spatola in cotoletta.

Nei fondali di Tropea sulle sabbie bianchissime a una profondità variabile tra i 5 e i 40 metri vive una particolare soglioletta italica che i pescatori del luogo chiamano “surici” ovvero topolino perché presenta due denti sporenti a mò di roditore. I surici vengono generalmente fritti e sono un piatto dal sapore delicato quanto sicuramente unico.